La stampa digitale, un valido aiuto


Mentre la stampa litografica offset convenzionale è usata da quasi un secolo, la stampa digitale è nata nei primi anni '90, aprendo nuove frontiere con la possibilità di produrre una stampa direttamente da un file. Gli stampatori più lungimiranti hanno adottato la tecnologia della stampa in digitale per offrire più opzioni ai propri clienti. Con vantaggi in termini di velocità, costi e flessibilità rispetto all'offset tradizionale, la stampa digitale è entrata nella pratica professionale di designer e tipografi in risposta alle crescenti esigenze dei clienti e ai ritmi di lavoro sempre più serrati.

Le stampe digitali riproducono documenti attraverso un processo di tecnologia elettrofotografica su toner, pre­sente nelle comuni stampanti laser da ufficio. I vantaggi sono la velocità del procedimento e la riduzione del margine di errore.
In genere utilizzata, per via dei costi, per tirature infe­riori a 1.000 copie, questo tipo di stampa consente anche la personalizzazione dei singoli fogli per direct mailing, lavori con dati variabili e pubblicazioni soggette a frequenti aggiornamenti, come newsletter e tabelle di orari. L'industria della stampa personalizzata e su richie­sta è in crescita, e consente di personalizzare dettagli di stampa, quantità di pagine e tecniche di rilegatura per pubblicazioni di bassa tiratura.
Questa tecnica è utilizzata dalle agenzie di servizi online e su richiesta, da stampatori tradizionali e web­offset serigrafi, produttori di insegne e di espositori commerciali. Il margine di errore nel processo di stampa può essere limitato con un'attenta supervisione di tutti i passaggi e operando sempre un controllo su prove digitali assieme allo stampatore.

stampa digitale 

Inchiostro e toner della stampante digitale

Nella stampa digitale il toner non viene assorbito dalla carta come l'inchiostro tradizionale, bensì forma uno strato sottile sulla sua superficie. Alcuni progettisti e stampatori ritengono che i colori delle stampe digitali appaiano più saturi. Ciò è dovuto al mancato assorbimento della luce da parte della carta che avviene invece nei metodi di stampa tradizionali quando l'inchiostro "penetra". Non si tratta necessariamente, di un aspetto negativo, perché un colore "più saturo" per uno stampatore può essere un colore "più vivace" agli occhi del cliente. È consigliabile discutere i dettagli di un progetto per fare mano a mano le modifiche necessarie e ottenere un risultato vicino a quello voluto, visto che le nuove macchine di stampa usano una combinazione di toner e inchiostro per avvici­narsi il più possibile al colore desiderato.
Alcune macchine che usano toner tendono a pro­durre ampie aree di colore solido con problemi di banding e di miscelatura. È opportuno chiedere allo stampatore dei campioni per poter controllare personal­mente che tutto funzioni.

 

Tempistica della stampa digitale

La stampa digitale è imbattibile per rapidità di produ­zione, perché elimina i tempi di preparazione e di pulizia della macchina per ogni lavoro. Alcune tipografie offset offrono tempistiche brevi grazie a tecniche di stampa quali gang-run e la programmazione a turni.

 

Personalizzazione di stampa

La stampa di dati variabili gestiti da database fa sì che la stampa digitale sia il modo più economico di personalizzare materiale di marketing, spedizioni pubblicitarie, newsletter e altri prodotti con necessità di personalizzazione di ciascun foglio. Tutte le informazioni che le aziende hanno raccolto negli anni adesso possono essere utilizzate per la stampa!


Quale procedimento di stampa utilizzare, Digitale o Offset?

  • Quantità - Per i lavori a bassa tiratura la stampa digitale ha costi più bassi. Per tirature maggiori risulta più conveniente la stampa offset, perché riduce il costo per unità di prodotto; in genere la si sceglie per stampe di grosse tirature.
  • Colore - Le macchine per la stampa digitale sono come stampanti da ufficio a quattro colori (CMYK). Per le stampe in monocromia e bicromia la stampa offset può risultare più conveniente. Se si devono usare colori Pantone, l'uso della stampa offset tradizionale è obbligato. Per la stampa in quadricromia la stampa digitale risulta spesso più conveniente per tempistiche e costi.
  • Carta e finitura - Benché anche nella stampa digitale sia in aumento la varietà di tipi di carta, finiture, superfici e dimensioni utilizzabili, la stampa offset continua a offrire maggiore flessibilità per la gamma di superfici di stampa utilizzabili. Inoltre, la maggior parte delle stampanti digitali può lavorare con fogli di 35,5 x 50 cm mentre la stampanti offset arrivano a 100 x 70 cm, aumentando il numero di soggetti che possono essere stampali in un unico foglio.
  • Prove di stampa - Il digitale consente di avere prove di stampa più precise, perché nel campione si utilizzano lo stesso processo e la medesima carta con cui andrà in stampa il prodotto finale. Nella stampa offset le prove di stampa sono in genere prodotte con stampanti digitali.

 

 

Stampa digitale definizione, domande e risposte

Stampa digitale
Metodo di stampa che non utilizza lastre ed è controllata dal computer.

Banding
Serie di bande più scure o più chiare che percorrono un'area stampata a colore pieno.

Cosa significa stampa gang-run?
Stampa di lavori su un unico foglio.

Da cosa si differenzia la stampa digitale da quella offset?
Le immagini sono trasferite automaticamente dal file digitale alla carta la creazione di lastre.

 

preventivo grafica idea e crea

Per informazioni o preventivi Contattaci!

Qualità e professionalità
al tuo servizio!
Slider
 

Articoli consigliati:

Last modified on Mercoledì, 17 Giugno 2020 19:01